Progetto: Educazione all'affetività e alla sessualità

Abstract

Il progetto di educazione all’affettività nasce dall’esigenza di ampliare la proposta formativa della scuola e in risposta ai bisogni formativi specifici emersi dagli alunni di classe 4^A.

La legittimazione di tale proposta formativa all’interno dei percorsi d’apprendimento della scuola primaria è sostenuta dal fatto che gli stessi curricoli d’Istituto (POF) prevedono anche l’educazione affettiva, che significa, informazione sessuale ma anche trasmissioni di valori. Quest’educazione entra formalmente nelle finalità dell’istruzione.
Lo sviluppo dell’affettività - tramite gesti, scambi, esperienze - e i processi d’identificazione con i modelli maschile e femminile costituiscono la base dell’educazione sessuale.
Quest’educazione si realizza primariamente in famiglia, in quanto la relazione tra genitori e figli è di valore insostituibile.
Educare, per noi insegnanti, significa anche offrire ad ogni alunno stimoli culturali, affettivi, sociali adeguati, affinché ciascuno sviluppi le proprie potenzialità in modo armonico.
Favorire questo processo in modo armonico in un bambino vuol dire permettergli di crescere pienamente, di costruirsi un’identità definita ed una personalità equilibrata.
Il nostro lavoro didattico cerca di cogliere il desiderio, insito in ogni persona, di diventare grande, di crescere, riconoscendo nelle varie tappe della propria storia, la storia di tutti, la storia della vita.

Il nostro progetto si definisce come educazione all’affettività, perché intendiamo guardare alla sessualità nell’ampiezza della complessità che la caratterizza. Siamo convinte che il nostro lavoro scolastico consista proprio in questo: costruire una pedagogia che comunichi al bambino la bellezza e la ricchezza della sessualità e gli offra una visione positiva della sua crescita, anche in questa dimensione.

Allegati