Progetto: Lupus in fabula: il lupo tra realtà e fantasia.

Il progetto

Insegnanti e ragazzi coinvolti

Nelle fasi di lavoro gli studenti sono stati suddivisi in gruppi trasversali:

A)     letterati (con la funzione di stendere i copioni) gruppo seguito dalle prof. di lettere (in totale 17 alunni)

B)     scienziati (con la funzione di stendere le schede scientifiche sul lupo e sull’ambiente naturale)gruppo seguito dalla prof. di scienze (in totale 8 alunni)

C)     artisti (con la funzione di preparare scenografie, tavole e disegni del progetto) gruppo seguito dal prof. di arte e immagine (in totale 8 alunni)

D)     attori: con la funzione di recitare durante le riprese

La proposta

L'idea del progetto è partita come risposta ad un bando di concorso a sostegno di attività di educazione ambientale per le scuole del parco dell’Adamello che ha partecipato finanziando in parte le spese sostenute.

Obiettivi disciplinari e modalità formative

Partendo da un toponimo che rivela la presenza del lupo nel territorio locale, i ragazzi sono stati stimolati a ricostruire, mediante la ricerca storica, l’etimologia del nome della località e le leggende ad essa collegate.

Esse diventano il punto di partenza per un duplice percorso:

Il lavoro con i ragazzi è stato organizzato suddividendoli in gruppi, seguendo il più possibile i loro desideri, le loro aspettative e le loro attitudini.
Non sono mancati momenti di raccolta duranti i quali le attività dei diversi gruppi sono state assemblate e rese organiche.